La Cooperativa Sociale Oltre l’Arte è stata fondata nel luglio del 2008 nell’ambito del Progetto Policoro promosso dalla CEI ed è scaturita dal desiderio di alcuni giovani di crearsi opportunità di lavoro nel proprio territorio unendo le forze e investendo sulle capacità e competenze di ognuno. La Cooperativa, infatti, opera con finalità di promozione sociale e di sviluppo del territorio offrendo servizi qualificati erogati da personale specializzato, favorendo l’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati e promovendo le risorse territoriali nelle loro peculiarità storiche, culturali, naturali e religiose con particolare attenzione agli ultimi.

Il nome Oltre l’arte fa riferimento alla vocazione primaria e fondamentale della cooperativa: valorizzare il patrimonio materiale rappresentato dai beni storico-artistici di carattere religioso del territorio materano nell’ottica di restituire ad esso il suo valore intrinseco e spirituale, la ragione originaria della sua esistenza che porta in sé un ricco patrimonio immateriale fatto di spiritualità, emozioni, credenze, tradizione. Andare “Oltre l’arte” significa anche oltrepassare il materiale per andare incontro alle persone ponendo attenzione ai rapporti umani e all’accoglienza calorosa e fraterna.

Uno degli scopi principali delle attività promosse dalla Soc. Coop. Oltrelarte è quella di offrirsi come riferimento tangibile per la promozione di attività di diffuso interesse sociale e culturale, che consentano di valorizzare le peculiarità di un patrimonio storico artistico unico al mondo, i Sassi di Matera, attraverso itinerari capaci di lasciare emergere il profondo senso di religiosità che abita la millenaria storia di questa città.

Grande attenzione è dedicata dalla Coop. Oltre l’Arte alla realizzazione di proposte orientate verso il turismo sociale e religioso, perchè il valore universale dei Sassi di Matera possa essere fruito, socializzato, conosciuto, vissuto, raccontato ad una platea di turisti che includa anche le categorie sociali più deboli, talvolta discriminate dalla fruizione delle bellezze storiche e naturali del Paese.

Da questo presupposto sono nati i Laboratori di Comunità di Oltre l’Arte, destinati in particolare ai giovani studenti, ai quali viene proposta una vera e propria esperienza sensoriale di conoscenza dei luoghi della civiltà rupestre presente a Matera.

In particolare, la chiesa rupestre di San Pietro Barisano, grazie alla sua accessibilità pedonale, rappresenta un vero e proprio luogo privilegiato di attenzione alla disabilità: il museo multimediale, infatti, permette la fruizione e la conoscenza del percorso delle Chiese Rupestri anche ai portatori di handicap

Visitare il percorso delle Chiese Rupestri dei Sassi di Matera, patrimonio mondiale Unesco, significa immergersi lungo un percorso millenario di storia, arte, civiltà, fede.

Le tracce, così ben conservate, di una profonda religiosità che ha abitato questi luoghi lungo i secoli, offrono al turista non solo una straordinaria esperienza culturale, ma anche l’opportunità di immergersi in una atmosfera di profondo raccoglimento, di preghiera, di estasi sospesa nel tempo e nello spazio.

Chiese e ambiente, pietà e ecosistema, formano una originalità saliente che a Matera è degna di essere accolta, coltivata, recuperata, promossa in primo luogo per i residenti ma anche per i turisti visitatori, nel segno della loro specificità di struttura e di messaggio.

Saremo lieti di accompagnarvi in questi “Percorsi di Arte e Fede” così unici ed originali, per apprezzare gli elementi che hanno ispirato la creazione artistica presente nelle Chiese Rupestri, espressione del felice rapporto spiritualità-natura, risolto in un’avvincente armonia.

Qualora fosse richiesto, sarà nostra cura mettere a disposizione di gruppi di turisti la presenza di un sacerdote, per una meditazione guidata nei luoghi della civiltà rupestre.

Gli itinerari di visita proposti da Oltre l’Arte sono affidati a guide turistiche specializzate in beni culturali, autorizzate dalla Provincia di Matera e in possesso del Diploma di Laurea conseguito presso l’Istituto di Scienze Religiose di Matera.

Gli itinerari di visita prevedono una durata di circa 3 ore.

Qualora necessario, saremo lieti di progettare percorsi di visita articolati anche su più giorni, secondo uno schema di meditazione assimilabile ad un vero e proprio ritiro spirituale.

Il turismo sociale è costituito da un insieme di attività turistiche capaci di rispondere ad un diffuso bisogno di relazionalità, capace di integrare socialmente anche categorie sociali in situazione di svantaggio.


La cooperativa Oltre l’Arte pone grande attenzione verso il turismo sociale, per creare occasioni di arricchimento culturale e di promozione e di valorizzazione delle risorse del territorio. In particolare, Oltre l’Arte ha realizzato un vero e proprio “Museo Multimediale” – allocato nella chiesa rupestre di San Pietro Barisano – che consente anche ai portatori di handicap di conoscere le straordinarie bellezze dei Sassi di Matera, attraverso sussidi multimediali che riproducono le caratteristiche di quei luoghi che sono inaccessibili per i disabili, a causa di barriere architettoniche che non è possibile eliminare, date le caratteristiche morfologiche degli antichi rioni Sassi.


Abbiamo realizzato il Museo Multimediale perché la bellezza appartiene a tutti e non può essere preclusa ad alcuno.
Grazie alla tecnologia, anche i turisti portatori di handicap motori possono scoprire le bellezze delle nostre chiese rupestri, in particolare della Madonna de Idris, San Giovanni in Monterrone, Santa Lucia alle Malve, San Pietro Barisano.

Una città aperta all’accoglienza non può non tener conto del valore delle diversità. Un turismo sociale di qualità rappresenta una credenziale importante per la Città Capitale Europea della Cultura 2019. In questo percorso, anche la nostra cooperativa ha inteso offrire il proprio contributo tangibile, investendo risorse proprie per l’allestimento del museo multimediale.


In occasione della inaugurazione del Museo Multimediale, avvenuta nel luglio 2013, Oltre l’Arte ha organizzato un convegno nazionale sul tema “Sassi e Sensi: conoscere Matera oltre le barriere”, al quale hanno partecipato il Presidente Nazionale della FISH – Federazione Italiana Superamento dell’Handicap e il Presidente Nazionale Unitalsi, associazione impegnata nel servizio verso i disabili.